xiaomi

Xiaomi arriva anche in Italia

Il marchio cinese Xiaomi presto anche in Italia

Quanti di voi hanno sentito parlare di Xiaomi?
La verità è che in Cina Xiaomi è un marchio già molto conosciuto se vai fuori dalla Cina ad esempio in Inghilterra o in Italia chi lo conosce a parte gli esperti?
Quasi nessuno ma presto  molto presto  sentirai che tutti ne parleranno anche qui in Italia.
Ecco il perché:
il 19 maggio sono stati quotati in borsa con una valutazione di 100 miliardi di dollari, una delle valutazioni più alte il massimo dopo il 2014, raccoglieranno circa 10 miliardi di azioni e questo chiaramente non passerà inosservato.

Le persone capiranno che loro non producono solo telefoni cellulari, smartphone, come hanno scritto alcuni media italiani.

Ovviamente sono il quarto produttore di smartphone al mondo, così chiaramente hanno una posizione importante ma fanno molto di più e molto altro ancora, vendono sia online che offline nei negozi al dettaglio. questo il sito Italiano

xiaomiParliamo di vendita al dettaglio. Xiaomi ha in programma di aprire 2000 negozi in tutto il mondo, inclusa la Cina, entro il 2019. Tra questi luoghi, saranno negozi in Inghilterra, in Europa e anche in Italia, a Milano alla fine di maggio credo che il 26 maggio apriranno a Milano e poi invaderanno il resto d’Italia con questi negozi monomarca, che sono come l’Apple Store, soprattutto dal punto di vista della redditività per metro quadrato, cioè la redditività per metro quadrato è superato solo da Apple ma è superiore a marchi come Tiffany, quindi in breve, sanno come rendere redditizio un metro quadro.

Chi c’è dietro Xiaomi ?

Dietro questa compagnia c’è una figura che in Cina è super famoso, si chiama Lei Jun  che ha fondato Xiaomi che aveva gia oltre 40 anni di età.  In pochi anni ha trasformato questa piccola startup in un colosso con 15.000 dipendenti e in crescita e 15, 16 miliardi di dollari di vendite.

Un’osservazione importante della strategia usata da Xiaomi.

l’idea è molto semplice: è che entrano nel mercato con margini molto bassi su hardware, quindi puoi ottenere questo gadget qui ad un prezzo super conveniente, eppure è di alta qualità, e il business va avanti per fornire tutti i servizi che vendono su di esso, giochi, e-book, servizi finanziari e investimenti, tutto ciò che puoi immaginare oltre l’hardware.

Una volta che hai acquistato questo gadget e ce l’hai in mano, è allora che monetizzano tutto il resto.

Un’altra considerazione interessante è come sono in grado di creare tanti prodotti così rapidamente. Perché se vai in un negozio Xiaomi, vedrai che c’è una marea di prodotti, tutte cose di alta tecnologia, ma ognuno diverso dal l’altro.

Fanno tutto con una strategia semplice ma molto efficace. accelerano e incubano una serie di start-up. Immagina  centinaia di start-up che fanno singoli prodotti, prendono una di queste compagnie e le danno  l’accesso alla loro enorme piattaforma online e offline.

Un esempio divertente di cui mi hanno parlato è il caso di questo ragazzo che vendeva asciugamani, fatto di un tipo specifico di cotone asciugamani antibatterici,  ha fatto questo accordo con Xiaomi, e ha avuto accesso all’intera base di utenti di Xiaomi con questo tipo di prodotto le vendite esplose e il fatturato è decollato a $ 100 milioni all’anno.

Xiaomi, incidiamo questo nome nelle nostre menti perché presto tutti lo pronunceranno. perché  come qualcuno ha giustamente sottolineato  è un po come l’Ikea ​​della tecnologia  ed è difficile competere con l’Ikea ​​della tecnologia, perché la loro offerta al consumatore è qualcosa a cui è difficile dire di no, difficile da ignorare.

Offrono prodotti premium di altissima qualità, ad un prezzo non premium,  un prezzo accessibile per tutti.

Commenti

commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *